Chi beneficia del premio?

È sempre la stessa storia: ogni anno ci tocca scoprire che i costi della salute e l’importo dei premi assicurativi continuano ad aumentare. Potrebbe andare diversamente? Scopriamo il contesto, le ragioni di questi rincari e come agire per contrastare il fenomeno.

Condividete

L’aumento dei premi e dei costi della salute non piove certo dal cielo, ma dipende da una serie di fattori. Purtroppo, da singoli cittadini, su alcuni di questi aspetti possiamo incidere ben poco. Eppure qualcosa di concreto possiamo fare: ciascuno, nel suo piccolo, può contribuire a ridurre i costi della salute e imparare a risparmiare, gestendo al meglio il proprio premio.

La vostra copertura ha un prezzo

Per quanto riguarda l’assicurazione di base, le casse malati devono fissare i premi in modo che le entrate (l’incasso dei premi) coprano le uscite (il rimborso degli assicurati). Sono inoltre tenute a creare un accantonamento (art. 60 LAMal), per coprire le spese anche quando siano superiori alle previsioni. Infine, i premi comprendono anche una quota destinata alle spese di gestione dell’assicuratore, affinché possa fornire i propri servizi in modo rapido ed efficiente. Quest’ultima quota è comunque piuttosto contenuta: solo il 5% dell’importo dei premi va a coprire i costi interni, che includono sia le spese di gestione e di elaborazione dati che gli stipendi.

La stragrande maggioranza delle spese a carico degli assicuratori serve quindi a coprire il costo delle prestazioni: i premi aumentano in linea con l’andamento delle tariffe di medici, ospedali, farmaci e altri servizi sanitari.

Il grafico mostra che i premi sono in linea con le spese della salute. I costi amministrativi delle casse malati, invece, sono stabili da alcuni anni.

La medicina è un supermercato?

I motivi dell’aumento costante dei costi della salute sono i più tanti e diversi fra loro, tanto quanto possono esserlo gli stessi pazienti, medici, assicurati o assicuratori. Pur essendo a volte conflittuali, gli interessi di tutti loro di fatto convergono. Ecco perché:

  • Il progresso tecnico scientifico
    Naturalmente questa evoluzione va vista in una luce positiva: il progresso medico permette ogni giorno di salvare vite umane e dà la possibilità di condurre una vita più serena a migliaia di pazienti. Tuttavia, le attrezzature d’avanguardia sono molto costose e il progresso tecnico comporta spese aggiuntive.
  • L’aumento dell’offerta
    Nelle zone un tempo poco servite aprono nuovi studi medici. La capienza degli ospedali aumenta, lo stesso vale per i farmaci e le linee terapeutiche. Questo sviluppo è una benedizione per molti pazienti, ma ha un impatto sui costi. Di fatto, si è visto che l’aumento dell’offerta tende a far crescere la domanda.
  • L’invecchiamento della popolazione
    Grazie a una medicina sempre più efficace, l’aspettativa di vita continua a crescere. Ora, se un assicurato costa mediamente 3'500 franchi l’anno, un assicurato over 85 ne costa all’incirca 11'000. L’invecchiamento della popolazione comporta inevitabilmente un aumento dei costi.
  • Il consumismo estremo
    Possiamo facilmente rendercene conto quando facciamo la spesa: se abbiamo a portata di mano tanti prodotti attraenti, la tentazione di comprare più del necessario è forte. Questo vale anche per l’offerta sanitaria. Contrariamente agli altri fattori, sui quali il singolo ha poco margine d’azione, in questo caso siamo noi i responsabili dei nostri “consumi”, e siamo liberi di scegliere! La rubrica dedicata al programma Choosing Wisely (“Scegliere con saggezza”) è ricca di consigli per diventare attori consapevoli della nostra salute, fare le scelte migliori ed evitare i trattamenti inutili.

Che cosa si può fare?

Nessuno, da solo, ha il potere di contenere l’aumento dei costi della salute. Eppure ognuno di noi nel suo piccolo può far qualcosa, e nel proprio interesse!

  • Risparmiare
    Ognuno di noi può “mettere a dieta” il premio, agendo sulla franchigia o sul modello di assicurazione. La nostra guida dell’assicurato offre una miniera di suggerimenti su questo tema e rappresenta un ottimo punto di partenza.
  • Scegliere consapevolmente
    Privilegiare i farmaci generici, porre le domande giuste prima di sottoporsi a un esame, richiedere un secondo parere prima di decidere per una terapia… i modi per limitare le spese superflue sono davvero tanti! Troverete un grande ventaglio di strategie nella rubrica Choosing Wisely.

Gli appenzellesi godono di miglior salute?

Come ci si può aspettare all’interno del nostro sistema federale, i costi medi per assicurato - e quindi i premi - variano notevolmente da un cantone all’altro. E questo non dipende da una diversa risposta a fronte di una malattia. Le variazioni demografiche, il numero di medici e di letti disponibili per cantone giocano un ruolo molto importante. Più sono bassi questi indicatori, più tendono a scendere i costi e i premi assicurativi. Una rete locale di servizi completa di tutto ha un prezzo!