Il sistema salute in Svizzera: solidale in tutto e per tutto

In Svizzera tutti possono accedere a un’assistenza medica di prima qualità e questa è una conquista sociale irrinunciabile. Quali che siano le loro condizioni, tutti i cittadini hanno diritto alle cure grazie all’assicurazione di base. Qual è la chiave di volta del nostro sistema salute? il principio di solidarietà, che riguarda sia gli assicurati in buona salute sia quelli malati, ma non solo. La visione solidale abbraccia anche altri aspetti su cui si fonda il nostro sistema salute.

Condividete

Lo sportivo in forma, il malato cronico, il giovane nel fiore degli anni o la bisnonna ricoverata in casa di cura: quali che siano età, sesso o stato di salute dell’assicurato, in Svizzera il premio resta identico. In altre parole, non esiste alcun collegamento tra il "rischio" di una persona assicurata (la predisposizione a far ricorso all’assicurazione malattia) e l'importo del premio a suo carico.

Uno per tutti, tutti per uno

Basato sul principio di solidarietà, il nostro sistema prevede che le persone sane provvedano a sostenere non solo se stesse, ma anche le persone dalla salute più fragile. Nel caso di un'operazione chirurgica seguita da un monitoraggio medico costante, ad esempio, le spese dell'assicurato superano di gran lunga l'importo del suo premio annuale. L'eccedenza, tuttavia, sarà assorbita da altri assicurati in buona salute, che nel corso dell’anno non hanno generato spese mediche (come mostra l’esempio presentato nel riquadro).

Spesso oggetto di discussione, le riserve (o eccedenze) delle casse malati rappresentano un vantaggio per l'intera comunità degli assicurati. Non esiste un "conto di risparmio personale" e ogni calcolo individuale sarebbe contrario al principio di solidarietà. Il vantaggio di questo sistema è che ogni assicurato riceve le cure quando ne ha bisogno, facendosi carico solo delle spese del proprio premio (franchigia e quota parte) senza dover rinunciare per ragioni economiche a trattamenti costosi.

Esempio concreto di finanziamento solidale dei costi

La situazione:

Vera, assicurata presso una cassa malati del cantone di San Gallo, subisce un intervento per un cancro al seno. Costo dell’intervento: CHF 11 603.

Premio annuale medio nel cantone per la cassa malati di Vera: CHF 3045

Numero di premi annuali necessari a finanziare l’intervento di Vera:
11603 CHF/3045 CHF = 3.8

Conclusioni:

Ci vogliono 3.8 assicurati in buona salute (che non hanno generato alcuna spesa sanitaria nel corso dell’anno) per finanziare l’operazione di Vera.

La compensazione dei rischi, per un equilibrio finanziario fra casse-malati

Sostenendo il legame tra assicurati, la solidarietà esiste anche tra assicuratori. Il concetto di "compensazione del rischio" consente di riequilibrare le risorse finanziarie tra le casse malati i cui assicurati sono per lo più in buona salute e quelle che assicurano profili più "a rischio" (anziani, malati cronici, ecc.).

Attualmente esistono 4 criteri per valutare il "rischio" che l’assicurato rappresenta: età, sesso, degenza presso un ospedale o casa di cura nell'anno precedente e spesa per acquisto di farmaci riferita all'anno precedente. A seconda dei profili degli assicurati iscritti presso la propria cassa malati, gli assicuratori ricevono un contributo di compensazione o pagano una commissione di rischio.

La compensazione del rischio, creata per evitare che le casse malati fossero tentate di praticare la "selezione dei rischi”, accettando solo persone sane, favorisce il sostegno reciproco tra assicuratori, a beneficio di tutti gli assicurati all’interno del paese.

Un sistema finanziato dal contribuente

Tuttavia, l'assicurazione privata non è sola a far fronte ai costi del sistema salute. Anche lo stato mette mano al portafoglio, specialmente in caso di ricovero ospedaliero stazionario.

Nel caso il paziente rimanga in ospedale una notte dopo l'intervento, il finanziamento è condiviso: il cantone paga almeno il 55% del trattamento, il resto è a carico dell'assicuratore.

Nel 2016, lo Stato ha assunto il 17% dei costi totali relativi alla salute, contro il 36% delle assicurazioni private.

 

La responsabilità individuale di ogni assicurato

In un sistema assicurativo solidale, gli assicurati sono per definizione legati fra loro: questo significa che ogni comportamento si ripercuote sull’intero sistema, che si regge sul senso di responsabilità individuale, al servizio del bene comune.

In Svizzera, il movimento "Choosing wisely" sta iniziando a svilupparsi. Temi come il mal di schiena, la richiesta di un check-up o di farmaci generici vengono affrontati in modo ragionato, per promuovere una medicina equilibrata, mirata al benessere del paziente. Il buon senso deve guidare l’accesso gratuito alle cure; i pazienti consapevoli collaborano per evitare le sovra-diagnosi e gli eccessi di cure - costosi e talvolta pericolosi per la salute.

Usando i servizi sanitari con saggezza, il paziente migliora il proprio benessere e promuove anche quello dell'intera comunità degli assicurati. Comportarsi in modo responsabile è una delle chiavi che favoriscono la sostenibilità del nostro sistema: la garanzia che ogni assicurato continui a ricevere le cure ogni volta che ne ha realmente bisogno.