Non paghi il premio: che cosa rischi?

Se paghi in ritardo l’assicurazione la tua cassa malati può rifiutare di rimborsarti le spese mediche? Il tuo medico è obbligato a curarti? E che cosa succede, quando si tratta di una complementare?

Condividete

Fino al 2012, i premi dell’assicurazione di base insoluti comportavano la sospensione della copertura e il blocco delle cure fino al pagamento delle fatture scoperte. Da allora la legge è diventata più tollerante e varia in base al cantone. Una costante rimane: è impossibile cambiare cassa malati se ci sono pagamenti in sospeso. Occorre rimborsare tutti gli arretrati prima di scegliere un altro assicuratore.

Il testimone passa al cantone

In caso di mancato pagamento dei premi nonostante un sollecito, la cassa malati è obbligata a perseguire il debitore. Se la procedura sfocia in un atto di inadempimento da parte dell’assicurato, qualora non disponga di mezzi sufficienti per pagare l’arretrato, allora sarà il cantone a sostenere l'85% della somma dovuta, e la copertura assicurativa resterà valida. Nella maggior parte dei casi, l’impossibilità di pagare il premio non porta alla sospensione delle cure.

Eccezioni e liste nere

Tuttavia, alcuni cantoni * inseriscono i debitori in una lista nera, che può essere consultata da medici, ospedali e farmacie. A parte le emergenze, alle persone in lista sono negati i trattamenti fino al rimborso del debito. Questa pratica, autorizzata dalla legge, consente ai cantoni di fare un'eccezione al principio generale.

Che dire delle complementari?

Nel caso dell'assicurazione complementare cambiano le cose, perché le complementari non seguono le regole di LAMal, ma quelle di una qualsiasi assicurazione privata. In caso di mancato pagamento, dopo un primo sollecito, l'assicuratore può inviarne un secondo con termine ultimo di pagamento entro 15 giorni. Dopodiché l’assicuratore ha il diritto di interrompere la copertura fino al rimborso, o anche di rescindere immediatamente il contratto. In caso di difficoltà temporanea di pagamento, si consiglia quindi di contattare l'assicuratore e, possibilmente, di concordare un piano di rientro che consenta di mantenere attiva l’assicurazione.

Pagare meno, ma puntuali!

In conclusione, al di là delle differenze di legge da un cantone all'altro, un ritardo nel pagamento dei premi e delle fatture ha sempre delle conseguenze. Prima di trovarti in questa situazione, considera che le famiglie a basso reddito possono beneficiare di sussidi per ridurre l’onere dei premi. Anche in questo caso, le disposizioni variano da cantone a cantone. Per saperne di più consulta la sezione dedicata della nostra guida dell'assicurato: troverai approfondimenti e tanti consigli per risparmiare ed evitare spiacevoli sorprese!

* Argovia, Grigioni, Lucerna, San Gallo, Sciaffusa, Soletta, Ticino, Turgovia e Zugo