Quanto tempo ci mettono le casse malati a rimborsare le fatture?

Avete appena inviato alcune fatture al vostro assicuratore e vi state chiedendo quando sarete rimborsati. È difficile rispondere a questa domanda, perché la legge non prevede una scadenza. Tuttavia è prassi che ogni assicuratore rimborsi l’assicurato entro e non oltre 30 giorni dal ricevimento della fattura. A quali aspetti occorre prestare attenzione quando si spediscono le fatture? Cosa fare nel caso il rimborso tardi ad arrivare? Questo articolo vi suggerisce come evitare preoccupazioni e come gestire al meglio il vostro budget.

Condividete

Meno di una settimana per alcune casse malati, un mese (o più) per altre: i tempi di rimborso delle fatture variano parecchio da un assicuratore all'altro. In media si calcolano dieci giorni, ma la legge non impone scadenze precise. Per l'assicurato, tuttavia, un ritardo può creare problemi e mettere a repentaglio il budget. Quando scegliete la cassa malati, consigliamo quindi di informarvi bene su questo aspetto.

Suggerimenti per un rimborso più facile

Per ridurre al minimo l’attesa del rimborso, a volte basta qualche piccolo accorgimento, come ad esempio inviare i giustificativi in formato originale, annotando il numero di assicurazione, e seguire con precisione le istruzioni della propria cassa malati (anche nell’applicare le etichette, o allegare un riepilogo di fatture e scontrini, evitando di pinzare i documenti, e così via). Inoltre, è consigliabile fare una copia delle fatture e degli ordini, prima di inviarli all’assicuratore.

Il nostro consiglio

Se siete preoccupati per il vostro budget, inviate le fatture (di medici, farmacie, laboratori di analisi, ecc.) alla cassa malati non appena le avrete ricevute, aspettando a regolarle fino al giorno di scadenza. In questo modo, avrete buone probabilità che il rimborso arrivi prima del termine di pagamento. E il vostro budget sarà al sicuro.

Considerate che un assicurato con spese mediche importanti (per esempio un paziente che usi farmaci costosi), o con poco margine finanziario, ha interesse a scegliere un modello assicurativo basato sulla formula del terzo pagante. In questo caso non avrà bisogno di anticipare denaro, specialmente per le fatture della farmacia.

Cosa fare se il rimborso della fattura non arriva entro i 30 giorni

Entrate in azione!

  • Chiamate la cassa malati per chiedere informazioni e sollecitate il pagamento.
    L’assicuratore dovrebbe controllare i documenti, spiegarvi il perché del ritardo, e impegnarsi a rimborsarvi in fretta.
  • Se non riusciste a risolvere al telefono, mandate subito una lettera raccomandata al vostro assicuratore, facendo riferimento a quanto dovuto e rinnovando la vostra richiesta di rimborso.
  • Se l’assicuratore non dovesse rispondere nell’arco di tre settimane, consigliamo di contattare l'Ufficio di mediazione dell’assicurazione malattia.