Emicrania

Farmaci contro l’emicrania: meno è meglio!

Usate molto di frequente, spesso con leggerezza, alcune medicine contro il mal di testa possono provocare l’effetto opposto a quello desiderato. Questo genere di problemi riguarda principalmente alcuni antidolorifici da banco. Ecco qualche consiglio per affrontare il mal di testa…con un pizzico di saggezza.

Line, 40 anni, soffre di frequenti cefalee, come il 12% della popolazione. Gli intensi mal di testa di cui è vittima si accompagnano spesso ad altri sintomi: fitte pulsanti alle tempie, nausea, aumento della sensibilità alla luce e al rumore. Questi disturbi neurologici - che possono durare da quattro ore fino addirittura a tre giorni - sono particolarmente invalidanti e richiedono l’assunzione sistematica di farmaci. Benché rappresentino spesso l'unica soluzione, i farmaci comportano anche dei rischi: conoscerli è importante.

Consigli per prevenire l’emicrania prima di assumere farmaci

  1. Imparare a gestire lo stress
    Praticate tecniche di rilassamento o meditazione cercando, giorno per giorno, di ridurre le cause che provocano stress.

  2. Adottare uno stile di vita sano
    Fate sport e gestite bene le ore di sonno (né troppe, né troppo poche).
  3. Ridurre i fattori scatenanti
    Tenetevi alla larga da qualsiasi stimolo che favorisca l’insorgere del mal di testa, come fonti luminose intense, odori penetranti, cibi troppo ricchi o alcolici. Anche saltare i pasti è sconsigliato.
  4. Prevenire gli attacchi
    Ben vengano stanze in penombra, impacchi freddi sulla fronte e massaggi alla testa.
  5. Privilegiare i rimedi naturali
    La vitamina B2 o il magnesio spesso si rivelano efficaci.
  6. Annotare in un diario l’andamento delle proprie emicranie
    (per almeno tre mesi).

È il modo migliore per individuare i momenti di crisi e aiutare il vostro medico nella ricerca della cura più efficace.