Generici

Ecco cos'è esattamente un generico

Un farmaco generico è un medicinale identico alla preparazione originale, con la differenza che è più economico.

Quando il brevetto di un farmaco è scaduto è possibile sviluppare e produrre un medicinale (chiamato generico) che contiene il medesimo principio attivo utilizzato nella preparazione originale. I generici hanno quindi gli stessi effetti dei farmaci originali che li hanno preceduti, pur costando molto meno.

Generico: doppiamente buono, per voi e per il portafoglio

Il vantaggio di scegliere un generico è nel prezzo, che abbassa la vostra quota parte.

I generici sono decisamente più economici rispetto ai preparati originali. A seconda del farmaco, del dosaggio e della confezione, la differenza di prezzo rispetto all'originale è in media del 25%.

La quota parte applicata a un farmaco originale di cui esiste un equivalente generico, è aumentata dal 10% al 20%, mentre la quota applicata ai generici si mantiene entro il 10%. L'unica eccezione si verifica quando la differenza di prezzo tra l'originale e la formula generica è inferiore al 20%. In questo caso la quota parte fatturata rimane al 10%.

In altre parole, la quota del farmaco che l'assicurato paga di tasca propria è più bassa quando sceglie un generico. Dunque chiedete sempre al vostro medico se il farmaco originale può essere sostituito da un generico!