Glossario

Quota parte

Quando le spese sanitarie superano l’importo della franchigia, l’assicurazione malattia subentra all’assicurato nel rimborso dei fornitori. Ciononostante, il 10% dei costi rimane a carico dell’assicurato (l’assicuratore rimborsa fino al 90%). Questa partecipazione ai costi è chiamata quota parte.

L’importo massimo annuale rappresentato dalla quota parte non può superare i 700 franchi per gli adulti e i 350 franchi per i bambini. Superata questa soglia, l’assicuratore prende in carico il 100% del costi.

Assicurazione complementare

Un’assicurazione complementare è un’assicurazione aggiuntiva all’assicurazione malattia di base. Contrariamente all’assicurazione obbligatoria di base, le prestazioni variano da una cassa malati all’altra.

Le assicurazioni complementari si dividono in due categorie:

Assicurazioni complementari ambulatoriali

Queste assicurazioni coprono, per esempio, le cure di medicina alternativa, farmaci o esami non coperti dall’assicurazione di base, alcune attività di prevenzione (come abbonamenti a palestre o piscine), le cure di convalescenza, gli occhiali e le lenti a contatto, le cure all’estero, le cure dentali, ecc.

Assicurazioni complementari ospedaliere

Queste assicurazioni coprono, per esempio, il ricovero in ospedale in reparto privato (camere singole) o semi-privato (camere a due letti).

Un’assicurazione complementare ospedaliera “per il reparto comune in tutta la Svizzera”  offre la libera scelta dell’ospedale in tutto il paese, coprendo l’eventuale differenze di prezzo tra la struttura del cantone di residenza e quella che si è scelta in un altro cantone (senza l’assicurazione complementare, questa differenza sarebbe a carico del paziente).

In generale, occorre compilare un questionario sullo stato di salute per richiedere un’assicurazione complementare. Questi contratti sono regolati dal diritto privato, a differenza dell’assicurazione di base, i cui principi dipendono dalla Legge federale sull’assicurazione malattia (LAMal).