Consiglio n.5

Assicurazione malattia: un partner per ogni stile di vita

Flessibile e personalizzabile, l'assicurazione malattia si adatta all'assicurato nel corso di tutta la vita. La migliore copertura dipende da un insieme di fattori: età, stato di famiglia, stato di salute, reddito, propensione al risparmio… Gli assicuratori propongono diversi modelli, innovativi e modulari, per accompagnare la persona in ogni tappa della vita. Fate la scelta giusta al momento giusto!

Alcune situazioni che richiedono una modifica della copertura dell'assicurazione malattia

Parto

Un neonato deve essere registrato all'assicurazione di base dal suo rappresentante legale, entro e non oltre i tre mesi dalla nascita. Non è obbligatorio, ma se lo si desidera, si può notificare l'arrivo di un figlio anche prima del parto. La richiesta di iscrizione anticipata, abbastanza diffusa, consente di alleggerire i carichi burocratici alla nascita del bambino. Indipendentemente dalla data di registrazione, l'iscrizione è valida dal giorno della nascita.

Le visite pediatriche sono molto frequenti nei primi due anni di vita, si consiglia per questo di scegliere una franchigia di 0 franchi per l'assicurazione di base di un neonato.

Servizio militare

Chi presta servizio militare ha l'assicurazione militare per malattia e infortunio (con copertura attiva anche durante le vacanze e le trasferte). Se il periodo di servizio supera i 60 giorni consecutivi, il militare può sospendere la sua assicurazione sanitaria personale a costo zero.

Arrivo in Svizzera

L’assicurazione di base è obbligatoria per tutti coloro che si stabiliscono in Svizzera per più di tre mesi (con permesso B, L o G, per esempio).

Anche i residenti in un paese UE o dell’Associazione Europea di Libero Scambio che lavorano in Svizzera hanno l’obbligo di assicurarsi nel nostro paese (in particolare i titolari di un permesso di soggiorno a breve durata come il permesso L, e i frontalieri, con permesso G).

Trasferimento all'estero

Le persone domiciliate all’estero non sono più obbligate ad assicurarsi in Svizzera e possono interrompere la copertura assicurativa a partire dal mese successivo a quello in cui lasciano il paese.

Si applicano invece altre regole durante un soggiorno temporaneo in un paese membro dell’UE o dell’Associazione Europea di Libero Scambio (nel caso di uno studente o di un viaggiatore, per esempio). L’assicurato mantiene la propria assicurazione in Svizzera e, in base alla carta europea di assicurazione malattia, ha diritto all’assistenza medica per malattia, incidente o maternità, qualora si verifichino inaspettatamente durante il suo soggiorno.

A seconda del particolare caso, l’assicuratore potrà consigliavi quali disposizioni adottare.

Stato di salute

La scelta del modello di assicurazione, in particolare della franchigia, è necessariamente legata allo stato di salute. Gli assicurati che godono di buona salute hanno interesse a scegliere la franchigia deducibile più alta. Ma attenzione! Optando per una franchigia di 2500 franchi, è importante accantonare l'importo, che deve essere disponibile in caso di necessità.

Per gli assicurati con spese sanitarie alte o malattie croniche e per i bambini, è vantaggioso scegliere la franchigia più bassa. In buona sostanza è importante adattare sempre la franchigia al proprio stato di salute.

Buono a sapersi

L'assicurazione obbligatoria di cure offre una copertura di base molto ampia. A seconda delle esigenze e preferenze personali, si possono aggiungere assicurazioni complementari per estendere ulteriormente la copertura (che comprenda ad esempio le cure dentistiche, la medicina alternativa, gli occhiali o le lenti a contatto, ecc.).

Tuttavia, non aspettate di avere bisogno di cure aggiuntive per sottoscrivere l'assicurazione complementare! Di fatto ogni cassa malati si riserva il diritto di accettare o rifiutare la richiesta, a seconda delle risposte dichiarate nel questionario preliminare (dove devono essere dichiarati i problemi di salute). Per evitare che la domanda venga rifiutata, conviene anticipare la sottoscrizione dell'assicurazione complementare. Nella maggior parte dei casi c'è anche un vantaggio finanziario: più l'assicurato è giovane al momento della sottoscrizione, più basso è il premio (che rimane bloccato per tutta la vita).